Ermanno Olmi e il cinema

Scritto da Alberto Cassani mercoledì 10 ottobre 2012 
Archiviato in Quelli che scrivono...

Nel corso del Festival di Venezia 2012 è stato presentato, fuori concorso, The Tightrope di Simon Brook. In conferenza stampa il regista era accompagnato dal padre Peter Brook (di cui è stata presentata la versione restaurata di Tell Me Lies del 1968) e dai produttori Enrico Musini ed Ermanno Olmi. Quando la moderatrice dell’incontro Alessandra De Luca ha chiesto ai due cosa li aveva portati a sostenere il progetto di Brook, Olmi si è lanciato in una interessante e divertente tirata contro il modo classico di intendere il cinema. E, involontariamente, contro il modo in cui all’università ci insegnano a guardare un film.
Ne riporto qui sotto uno stralcio, mentre potete trovare il video integrale della conferenza stampa nell’archivio della Rai.

Io ricordo molti anni fa, signori, che in queste sale… spesso… si pronunciavano parole oggi impronunciabili. Per esempio “la struttura di un film”. E’ come se domandassimo a Michelangelo la struttura della Pietà vaticana. Michelangelo ti tira dietro tutta la Pietà… Una parola che ancora risuonava qualche anno fa era “lo specifico filmico”. Ma vi rendete conto che idiozia? Pensate un po’, provate a dire “lo specifico poetico”… Il poetico non è specificabile, e proprio perché non è specificabile è poetico! Quindi cosa dobbiamo dire a Simon e a Peter? Grazie per la vostra non specificità!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Percorsi tematici



Commenti

5 risposte a: “Ermanno Olmi e il cinema”

  1. Tommaso Tocci ha scritto mercoledì 10 ottobre 2012 10:49

    Bisognerebbe spiegare a Olmi che i mezzi artistici sono diversi tra loro e che alcuni, tipo quelli narrativi e modulabili, hanno ad esempio una struttura.

  2. Tiziana Cappellini ha scritto giovedì 11 ottobre 2012 13:19

    In effetti, per la tesi ho analizzato un film di Peter Brook anche nella sua struttura. Spero non si offenda…

  3. Alberto Cassani ha scritto giovedì 11 ottobre 2012 13:33

    Peter Brook ha continuato a ridere per tutta la conferenza stampa, quindi o era ubriaco oppure trovava le idee di Olmi particolarmente divertenti.

  4. Tiziana Cappellini ha scritto sabato 13 ottobre 2012 13:20

    Bene. Se è così, allora posso stare tranquilla.

  5. Marco ha scritto mercoledì 19 dicembre 2012 20:55

    Crocianesimo?

Lascia un commento