Medusa Film e la pirateria

Scritto da Alberto Cassani venerdì 10 aprile 2009 
Archiviato in Quelli che scrivono...

Roma, 6 Aprile 2009

S’informa che a partire da oggi, per motivi legati a incresciosi episodi di pirateria audio avvenuti durante le proiezioni per la stampa quotidiana, tutti i film di produzione estera distribuiti da Medusa saranno proiettati in versione originale con sottotitoli italiani. Per la stampa periodica si era già provveduto in tal senso, limitatamente alle versioni originali senza sottotitoli. Nel caso di “Disastro a Hollywood” non è escluso che si debba procedere alla proiezione della versione originale tout-court, mancando i tempi tecnici per l’allestimento di una copia sottotitolata.

Con i migliori saluti
Claudio Trionfera

 

Roma, 9 aprile 2009

Care amiche, cari amici.

Questa nota servirà, spero, a chiarire i motivi per i quali Medusa Film non potrà più effettuare proiezioni stampa di film esteri in versione doppiata. D’ora in poi si vedranno solo film in versione originale con sottotitoli in italiano. Molti di voi ne saranno perfino felici. Io stesso, al vostro posto, lo sarei. Meno felice sarà chi fino ad oggi è venuto alle nostre proiezioni, fingendosi critico o giornalista cinematografico, con il solo obiettivo di registrare l’audio italiano per accoppiarlo al video originale, già piratato in precedenza, e servire il tutto in rete esattamente (e sistematicamente) poche ore dopo le proiezioni stampa di Milano e Roma.
Purtroppo una serie di verifiche fatte dal nostro ufficio tecnico dimostra che le circostanze temporali di queste azioni sono inequivocabili. L’episodio di “Ballare per un sogno“, ultimo in ordine di tempo di una lunga serie di atti pirateschi, mi ha costretto a fare una scelta che certamente tutti voi comprenderete e condividerete. Sottolineo il “tutti” perché è evidente che la nostra è una impresa comune per salvaguardare il cinema dalla pirateria che lo sta consumando e isolare la “talpa” che sta operando in direzione opposta: non solo contro chi produce e distribuisce film ma anche contro chi, come voi, fa del cinema uno strumento di lavoro e di passione quotidiani.
Naturalmente il confronto è aperto e sarò felice se, con la solarità e l’amicizia di sempre, ne vorremo parlare insieme, cercando le migliori soluzioni.

Saluti affettuosi
Claudio Trionfera

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Percorsi tematici



Commenti

Lascia un commento